Estate 2018: assenza di primati di temperatura massima in un contesto costantemente sopra le medie.Seconda-parte

immagine

Agosto: mese molto caldo accompagnato da notti tropicali.

Il mese di agosto esordisce con  infiltrazioni di aria meno calda in quota e locali rovesci su alte valli. A partire dal 2 agosto si rafforza sulla penisola iberica l'anticiclone africano determinando un marcato aumento delle temperature che si portano abbondantemente sopra le medie stagionali. In area urbana spiccano i valori di 35-36 gradi nella maggior parte delle stazioni della nostra rete. A partire dal giorno 6 i valori di geopotenziali diminuiscono con conseguente aumento dell'instabilità su zone alpine. Rovesci talora di forte intensità accompagnati da locali grandinate interessano il capoluogo specie la parte occidentale(Parella rete Torinometeo 26mm).Nel corso della notte tra il 6 agosto ed il 7 agosto fenomeni temporaleschi si attivano sul Canavese( Cavallaria (TO), con 81.8 mm/h e 95.6 mm/3h. fonte Arpa Piemonte). L'instabilità resta attiva anche nei giorni seguenti, da segnalare picchi massimi di 58.6 mm/h e 66.4 mm/3h a Front Malone (T O) il giorno 7.

Fig.8: serata movimentata il giorno 8 agosto tra Canavese e pianure settentrionali

La decade si conclude con residua instabilità in un contesto termico che gradualmente va ridimensionandosi dopo gli esuberi di inizio mese. Il giorno 12 un fronte temporalesco abborda la regione alpina con fenomeni sparsi sulla provincia specie basso Canavese(Nole C.Se rete Torinometeo 14 mm). Successivamente si è avuta una nuova espansione dell’anticiclone delle Azzorre verso l’Europa con conseguente ripristino di condizioni stabili sulla provincia, a parte isolati rovesci di calore in area Torinese(Pecetto rete Torinometeo 17 agosto 8 mm). Il profilo termico resta superiore alla norma pur senza eccessi.Tra i giorni 20-24 agosto le temperature tornano a salire, riportandosi su valori abbondantemente oltre le medie stagionali(diffusi 32-34 C su zone di pianura).

Fig.9: incisivo affondo di una saccatura atlantica il giorno 25 agosto accompagnata da un deciso ricambio d'aria

Tra il 24 ed il 27 il transito di una saccatura nord atlantica ha contribuito a ridimensionare il quadro termico. L'attivita temporalesca più diffusa ha risparmiato la provincia presentandosi di forte intensità sull'alto Piemonte e parte della pianura Astigiana. L'aria fresca affluita in seguito al fronte ha contribuito ad un deciso calo termico delle temperature minime.  Su zone rurali localmente si è scesi sotto i 10 gradi, mentre in area urbana i valori notturni hanno toccato i 12-15 gradi. In quota locali e debole gelate sono segnalate su vallate più riparate. Atmosfere asciutte e trasparenti nei prossimi giorni lasciano nuovamente spazio su zone alpine ad aria umida, che risalendo i versanti orografici genererà la consueta condensazione del vapore, in folte nubi cumuliformi. Il giorno 30 agosto deboli rovesci su valalte confinali della Val Susa(Moncenisio rete Torinometeo 3 mm). Tra il pomeriggio e la sera del giorno 31 una sacccatura ricolma di aria fresca abborderà la regione alpina, con fenomeni diffusi sul Canavese e su ampie aree della pianura orientale(Rondissone rete Torinometeo 41 mm).

Fig.10: andamento stagionale della temperatura nella stazione di To Regio Parco

La temperatura del mese in area urbana si presenta ovunque superiore alla media del periodo, con un anomalia superiore ai due gradi rispetto alle medie di riferimeto 81-00.(Torino Parella 25.8; Torino R. Parco 25.8 gradi; Consolata ArpaPiemonte 26.1 C). Le precipitazioni risultano sotto le medie stagionali su quasi tutte le stazioni dell'area urbana (Istituto di Fisica 18 mm; R.Parco Torinometeo 51 mm; Parella rete Torinometeo 60 mm). Precipitazion inferiori alla norma si registrano anche lungo la fascia pedemontana occidentale. La stagione estiva si conclude ed è tempo di bilanci: i valori di temperatura media parlano di stagione estiva eccezionalmente calda pur in assenza di primati di temperatura massima. Le sette estati più calde si sono registrate tutte dal 2003 in poi,ennesimo segnale del cambiamento climatico in corso. Il trimestre estivo nei pressi della nostra stazione di riferimento di To R. Parco ha chiuso a 25.0 gradi, mentre in pieno tessuto urbano nella stazione di via della Consolata (Arpa Piemonte) 25.3 gradi. Ben più fresca la stagione nella stazione dell'Istituto di Fisica nei pressi del Parco del Valentino che chiude il trimestre estivo a 25.4 C. A Torino si sono contate 52 notti tropicali su una media di  (To R. Parco). Il bilancio pluviometrico pur con le dovute eccezioni che caratterizzano una stagione fatta da precipitazioni localizzate a carattere di rovescio, ha avuto un andamento dissimile in area urbana, con valori compresi tra  230-300 mm, con valori superiori su zone di periferia più nord-occidentale. Si confermano le siccità estive su zone meridionali del capoluogo specie zona di Moncalieri, con valori di poco superiori ai 100 mm e localmente inferiori(Carmagnola rete Torinometeo 65 mm).

L'intensa grandinata il giorno 7 giugno nei pressi della Circoscrizione 1

Il nubifragio del 12 giugno a Rosta

Il nubifragio del 6 agosto accompagnato da un'intensa grandinata nel quartiere Parella

Il vostro contributo risulta essenziale per la nostra Associazione, ci aiuterai al mantenimento dei servzi offerti fino ad ora e promuoverai la diffusione della meteorologia, contribuendo a future installazioni webcam e stazioni meteo sparse nel territorio.Approfondimenti e dettagli sono sempre disponibili sul sito o attraverso la nostra pagina ufficiale Facebook.

Video esclusivi sono disponibile alla nostra pagina Youtube

TORNA ALLA PRIMA PARTE

Staff Torinometeo

 

E tu, come la pensi?

blog comments powered by Disqus